08/07/19 at 9:00 am

Palinsesto

15/06/19 at 12:30 pm

Il Giorno del Gioco

21/02/19 at 9:00 am

Musica Senza Retorica

14/02/19 at 2:45 pm

Pensieri in Libertà – Pt.3

20/11/18 at 11:49 am

Indovina chi viene in studio – Video

20/11/18 at 10:10 am

Indovina chi viene in studio

02/10/18 at 1:56 pm

Collabora Con Noi

03/08/18 at 10:00 am

Fatti & Disfatti… continua

03/08/18 at 9:00 am

Hit Parade… in Soffitta

03/08/18 at 8:29 am

Anche i poeti… mangiano

30/06/18 at 11:45 am

A mè me piace ‘o blues – Part. 2

30/06/18 at 11:29 am

A mè me piace ‘o blues

10/04/18 at 5:50 am

The Best

18/03/18 at 1:34 pm

Jesce sole

23/01/18 at 7:39 pm

Canzoni Italiane – Pt.2

23/01/18 at 12:06 pm

France Mon Amour – Pt.2

01/12/17 at 2:21 pm

Pensieri in Libertà – Pt. 2

11/11/17 at 2:39 pm

France Mon Amour – Pt.1

24/10/17 at 6:51 pm

Fatti & Disfatti

12/10/17 at 11:54 am

Canzoni Italiane – Pt.1

07/10/17 at 2:27 pm

Pensieri in Libertà

10/08/17 at 7:35 am

Lost in Time

27/07/17 at 12:28 am

Presentazione Aldo Parisi

15/07/17 at 5:08 pm

Ennio Morricone – The 60 years music tour

01/07/17 at 4:11 pm

Ci siamo quasi.. Presentazione – Video

01/07/17 at 3:32 pm

Permissivismo sociale e liberalismo economico

03/06/17 at 1:17 am

Love Songs

12/05/17 at 9:58 pm

Puri & Duri

09/05/17 at 8:12 pm

Quando i dj avevano… il vinile

26/01/17 at 4:31 pm

CARS

21/12/16 at 1:19 am

Napule’

16/07/16 at 10:00 am

Cover d’autore

13/07/16 at 2:14 pm

Le Vostre Richieste

09/07/16 at 12:55 pm

Un giro in bicicletta

09/07/16 at 12:40 pm

Moonlight Serenade

07/07/16 at 7:11 pm

Gli Originali

05/03/16 at 12:34 pm

Rock Music e l’effetto degli Acidi

05/03/16 at 12:18 pm

L’Europa Morente

Rock Music e l’effetto degli Acidi

Pubblicato il 5 Marzo 2016 alle 12:34 scritto da
Categorie: Articoli
Tags: , ,


Share

1965-1975

Tra la metà degli anni 60 e la fine del decennio successivo si produssero nel campo della musica rock capolavori immensi che a distanza di 50 anni rilasciano ancora emozioni infinite nei confronti di chi ha vissuto quegli anni ma anche tra gli appartenenti alle generazioni successive.
Come mai ogni mese venivano prodotti decine di opere d’arte destinati a durare nel tempo, certo il desiderio di omologarsi, l’idea di superarsi, la voglia di comporre, la fortuna di un’epoca quale quella del rinascimento sotto il profilo musicale hanno determinato i loro effetti.
Indubbiamente però a mio avviso, ha avuto un suo peso il largo uso degli acidi, in particolare l’LSD che ha indirizzato parecchi autori a comporre pezzi memorabili.
Il conforto non è evidenziato solo dai suoni ma soprattutto dai testi che fotografano con tutta probabilità il “trip” dell’autore.
Si disse all’epoca che era stato il governo americano a diffonderlo tra i giovani, liberal e pacifisti, per renderli innocui.
Certo è che questo tipo di droga, inventata da Albert Hofmann, morto ultracentenario nel 2008 da lui usata tutta una vita, fu prodotta inizialmente dai collaboratori Sandor come curativo nel campo delle psicoterapie.
Utilizzata negli anni 60 dalla CIA e poi dal KGB negli interrogatori avrebbe avuto una larga diffusione tra i giovani anche grazie al governo.
Tornata di moda dagli inizi degli anni 90 con la musica “Rave” in pasticche, non ha assolutamente prodotto effetti positivi.
Fatto sta che testi, musica, disegni e diverse copertine di dischi di quel periodo testimoniano che moltissimi artisti ne facessero grande uso.
Sicuramente questo intervento non vuole spezzare una lancia in favore dell’LSD che era e rimane una droga che a lungo andare produce effetti disastrosi sul corpo umano, quello che è certo è che quando è stata scalzata dall’eroina, nella seconda metà degli anni 70, si è immediatamente spenta la vena innovativa che ha deliziato la nostra gioventù e sono state poste le basi per la creazione di mostri, distintisi per l’elaborazione di testi e musica che, tranne in rarissimi casi, non sono più entrati nella testa e nell’anima dei fruitori.

Diomede Gersone
Share